Un macabro parco giochi con i resti dei platani di S. Teresa

SAtaglioPlat100410-0035aSAtaglioPlat100410-0085a

Ci sono limiti alla decenza? Certamente sì! Ma ci sono limiti all’indecenza? No.  I tronchi dei 5 Platani secolari di Santa Teresa diventeranno attrezzi per un parco giochi dedicato ai bambini.  Roba da non crederci, roba macabra. «Abbiamo proposto la costruzione di un parco giochi per mantenere viva la memoria delle piante” ha dichiarato Biagio Scanniello, responsabile del Verde Pubblico di Salerno, al Corriere del Mezzogiorno (leggi intervista), dopo aver finalmente ammesso che a Santa Teresa non è in atto alcuna potatura, ma bensì  “operazioni finalizzate  all’abbattimento o alla riutilizzazione dei tronchi”. Finalmente una parola di verità, una macabra parola di verità. Qualcuno avverta il Mattino di Salerno, che ha “potato” anche la notizia della denuncia di Legambiente ai carabinieri del Noe.

Intanto Legambiente, a cui va tutta la nostra stima e la nostra solidarietà per il coraggio dimostrato, sta organizzando per i prossimi giorni una fiaccolata con veglia funebre là dove resistono ancora i tronchi dei 5 Platani secolari di Santa Teresa, feriti a morte, ma ancora vivi!

ITALO INSOLERA “EDILIZIA ED ARCHISTAR GOVERNANO L’ITALIA”

CHI E’ INSOLERA

FacebookTwitterLinkedInMySpaceGoogle GmailHotmailYahoo MailShare
Leave a Comment

*