New Urbanism a Santa Teresa: altro che Piazza De Luca

ipotesi diversa di piazza della Libertà Un’idea diversa, un’idea migliore, un’idea  compatibile: un’idea progettuale realizzata con i principi della Carta del New Urbanism (leggi) : più verde, meno cemento. Ecco l’idea lanciata dal Blog LeCittàdelSud (cliccla) per l’area di Santa Teresa a Salerno.

Come si può vedere dall’immagine, la spiaggia di Santa Teresa raddoppierebbe, il Lungomare avrebbe un reale prolungamento di altri 400 metri, il nuovo porto marina sarebbe  un tutt’uno con la spiaggia, rimanendo però alle sue spalle, così da non compromettere la balneazione. Ci sarebbe anche una piazza. Non certo una mega piazza, una Ego piazza, non certo la Piazza più grande dell’Universo. Una semplice piazza circondata in parte dal verde e in parte da edifici di dimensioni adeguate. Edifici ad uso pubblico (Musei, acquari) e privato (albergo, ostello,  bar, ristoranti).

saPiazzaLibertàs_teresa_lavori_in_atto_1_2010_tracciatiAltro che Crescent e Piazza De Luca, altro che cemento fino a dentro il mare di Santa Teresa. Altro che appartamenti da un milione di euro circa,  full optional (con box auto da 100 mila euro e posto barca da 120 mila euro), per i nuovi ricchi di Salerno.

FacebookTwitterLinkedInMySpaceGoogle GmailHotmailYahoo MailShare

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

2 Responses to "New Urbanism a Santa Teresa: altro che Piazza De Luca"

  • Marco S. says:
  • carlo says:
Leave a Comment

*