“J love Salerno”…No al Crescent clone di quello di Savona

Rendering Crescent Salerno 8

Rendering Crescent Salerno

Il Crescent gemello di Savona già ultimato

Il Crescent gemello di Savona già ultimato

LETTERA FIRMATA

Ma siamo sicuri che una città come Salerno abbia bisogno del Crescent?
Io francamente facendo un discorso logico, in un periodo di grande crisi quale quello attuale, con il mercato della casa completamente fermo e con i prezzi al metro quadro in caduta libera credo che non sia un buon investimento per coloro che lo realizzeranno.
La piazza sta prendendo corpo e sono ancora fiducioso che il Crescent non si faccia e resti opera incompiuta in una città che ormai abituata ai grandi proclami di opere faraoniche come il Sea Park, la Beat Valley, il Termovalorizzatore, la interminabile Cittadella.
L’ulteriore fallimento di questa gestione politica potrebbe essere l’ultimo esempio di inefficienza amministrativa, che però questa volta non penalizza nessuno anzi, forse consente una vera riqualificazione sostenibile di una zona, che oggettivamente abbisogna di un intervento radicale per essere vivibile e funzionale.
Il Crescent è brutto architettonicamente, come impatto ambientale, è una copia di Savona (vedi foto) e Montpellier, per fare un’opera del genere bisognerebbe garantire dei retro servizi che oggettivamente non ci sono, in un quartiere quale quello del centro storico della città che già subisce la chiassosa e inutile movida che crea solo problemi che nessuno vuole risolvere.
Problemi di traffico in quanto dal venerdi alla domenica chiunque capiti in quella zona è costretto a fare ore di traffico per poter tornare a casa per uno scellerato piano traffico che non prevede l’apertura di 150 metri di strada per chi viene in città da Vietri sul Mare per intenderci, non è mai presentato uno studio o qualcosa di simile che affermi il concetto che quel tratto di strada debba rimanere chiuso e i residenti continuano a subire inermi.
Con questi problemi come si può pensare alla viabilità per accogliere il numero di persone che debbano occupare gli appartamenti previsti dal Crescent?
La riduzione attuale dei posti auto in uno dei pochi posti utili per poter parcheggiare senza dover ricorrere alle banche, sta creando grossi problemi agli abituali fruitori di uffici e servizi allocati al centro della città.
In un contesto come quello attuale dove il commercio è in crisi, sarebbe bello che si facesse qualcosa che coinvolgesse in maniera sinergica gli enti per rendere ospitale Salerno, per dare alla città una mentalità turistica che oggi non ha.
Gli sforzi fatti dall’Autorità Portuale che ha avuto la lungimiranza manageriale di far attraccare le navi da crociera al porto di Salerno, sono sforzi vani se il turista non trova un ambiente idoneo e accogliente che possa rendere piacevole il soggiorno nella nostra città.
Io credo che a Salerno debbano essere risolte prima delle irrinunciabili priorità quali la riqualificazione del litorale, partendo dal Lungomare diventato invivibile, fino allo scempio di Mercatello, i parcheggi le periferie urbane abbandonate, le frazioni e solo dopo si possa pensare alle vele e al Crescent che potrebbero essere il corollario di una città modello che oggi sta tornando ad essere quella degli anni ottanta.
Martedi 20 Luglio è stata fatta la prima degustazione Al Castello Arechi di prodotti tipici Salernitani per turisti Americani provenienti da una Crociera che attracca al Porto di Napoli e proseguiranno nel tempo con gli arrivi delle navi a Salerno e a Napoli.
Questo è un esempio positivo da seguire grazie all’impegno della Provincia di Salerno nella persona del Presidente Cirielli e dell’Autorità Portuale del Presidente Annunziata,che hanno sensibilizzato i Tour Operator a inserire Salerno e il Castello nelle proprie escursioni, c’è solo il forte rammarico che quello splendido panorama oggi sia rovinato dal cantiere del Crescent e che non c’è un solo commerciante in città che abbia una maglietta J love SALERNO (vedi foto).

dott. Claudio Pisapia, cittadino di Salerno

FacebookTwitterLinkedInMySpaceGoogle GmailHotmailYahoo MailShare

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

1 Response to "“J love Salerno”…No al Crescent clone di quello di Savona"

Leave a Comment

*