Archive for febbraio, 2011

Frank Gehry termovalorizza il sindaco: “A Salerno servivo solo da richiamo”

20 febbraio 2011
La riviste di tendenza Flair

Intervista a Gehry sul numero di febbraio 2011

Incontro a Los Angeles tra Gehry e De Luca

Incontro a Los Angeles tra Gehry e De Luca

E’ sicuramente uno dei geni contemporanei dell’architettura, uno che si è divertito a progettare davvero di tutto, anche le cose più assurde, surreali: città-fumetto, musei-barche a vela, ma anche coppe di basket. Insomma divertendosi (come quando è stato “guest star” in una puntata dei Simpson) si è spinto oltre i confini dell’architettura e della creatività: “Perché devo dare sostanza ai miei sogni”.

Eppure il canadese Frank Owen Goldenberg, al secolo Frank O. Gehry, classe ’29, (leggi biografia) architetto che appallottola fogli A4 e li trasforma in musei, non ha digerito ancora la “brutta figura” rimediata con Salerno quando il sindaco De Luca, a marzo del 2008, andò a trovarlo addirittura a Los Angeles, in missione ufficiale pagata dai contribuenti salernitani (leggi nota del Comune) per chiedergli, in piena trans da propaganda, di realizzare il futuro termovalorizzatore del capoluogo .

A quel sogno però Gehry, per quanto interessato, non è riuscito a dare sostanza e anzi quell’episodio proprio non è andato giù al “genio” di Toronto che, a distanza di ben tre anni, torna su quella vicenda in un passaggio dell’intervista rilasciata a febbraio 2011 alla rivista Flair della Mondadori (mensile femminile di target alto con originali servizi di attualità, moda e bellezza, di straordinario impatto visivo e forte contenuto giornalistico). A Gehry continua a dare fastidio che sia stato usato  il suo nome esclusivamente come “richiamo”

FacebookTwitterLinkedInMySpaceGoogle GmailHotmailYahoo MailShare

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Posted in Premio Pinocchio 9 Comments »

Il Tar accorpa i nove ricorsi dei ribelli di Santa Teresa: tutto rinviato a maggio

17 febbraio 2011
Panoramica posti barca Santa Teresa

Panoramica posti barca Santa Teresa

Nove i ricorsi al Tar

Nove i ricorsi al Tar

Mattinata intensa al Tar di Salerno dove andava in scena il primo atto della battaglia amministrativa  sui rinnovi delle concessioni demaniali per le attività di ormeggio a Santa Teresa, al Masuccio e nel porto commerciale. Davanti ai giudici della prima sezione si sono discussi i primi quattro ricorsi (“Nautica Ventura», «Cantiere Navale Ventura» e «Pontile Ventura» e Tuttanautica) dei nove presentati dai “ribelli di Santa Teresa” contro le proroghe tecniche di un anno, stabilite dall’Autorità portuale con la delibera 196 di novembre scorso, alle imprese in scadenza di concessione nel 2010.

Nonostante l’invito ufficiale del Comune rivolto alla ancora silente Autorità portuale per “differire” nelle decisioni prese in accordo con l’amministrazione ed a concedere a tutti una proroga delle concessioni fino al 2015 come previsto dalla legge n° 25/2010 (e non soltanto ad alcuni più fortunati, tipo Nautica Sud e Cantieri Gatto, che grazie all’art 5 del protocollo d’intesa tra Comune, Autorithy, possono arrivare fino al 31-12-2025), i legali dell’Autority  sono andati per la loro strada, resistendo ai ricorsi.

I giudici della prima sezione, poiché altri 5 ricorsi analoghi si sarebbero dovuti discutere la prossima settimana (quelli di «Ormeggio Autuori»; «Nautica Salerno Mare»; «Astra Sub»; «Centro Nautico Diemme» e «Cooperativa Azimut Yachting»), hanno deciso di accorpare tutti i ricorsi e di rinviare la discussione nel merito della vicenda.

FacebookTwitterLinkedInMySpaceGoogle GmailHotmailYahoo MailShare

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Posted in No Crescent No Comments »

Il vecchio Jack? Un sentimentale…

15 febbraio 2011
I 5 platani centenari Santa Teresa prima della mattanza

I 5 platani centenari Santa Teresa prima della mattanza

I 5 platani dopo la "potatura" del Comune

I 5 platani dopo la "potatura" del Comune

La scorsa settimana il Mattino di Salerno ci ha ricordato il massacro dei 5 platani secolari di Santa Teresa! Sì, incredibile, proprio Il Mattino, lo stesso quotidiano che quando ebbe inizio la mattanza lo scorso mese di aprile (guarda la fotogallery) si fece beffa dei cittadini ambientalisti, quelli che tentarono invano di evitare l’abbattimento, sostenendo che si trattava di una semplice “potatura” (leggi l’articolo).

A quasi un anno di distanza, il principale giornale cittadino torna su quella triste vicenda, parla di “una sorta di “resurrezione” di quelle povere piante centenarie  e rispolvera la macabra idea del Comune di utilizzare gli enormi fusti di quei poveri platani, abbandonati da oltre 10 mesi (vedi foto) nel parco del Mercatello, in giochi per bambini! «Stiamo accelerando i tempi per avviare la fase di recupero dei fusti, nei nostri piani per giugno avremo i giochi in legno per i bimbi», assicura Biagio Scanniello intervistato dal giornalista del Mattino lo scorso 8 febbraio.  Si tratta delle stesse dichiarazioni rese da Scanniello a sega fumante e platani straziati (leggi articolo 13 aprile 2010), ma ancora vivi.

«È come se i platani rivivessero in un ambiente naturale, per giunta contribuiranno a regalare qualche sorriso ai piccoli e alle famiglie della zona orientale», la chiosa del dirigente comunale responsabile del verde pubblico a conclusione dell’articolo del Mattino…

FacebookTwitterLinkedInMySpaceGoogle GmailHotmailYahoo MailShare

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Posted in No Crescent 7 Comments »

Rivolta di S. Teresa, l’Autorità Portuale resta in silenzio sulle concessioni

12 febbraio 2011
Circa 1.400 posti barca tra Santa Teresa e Molo levante

Circa 1.400 posti barca tra Santa Teresa e Molo levante

Tira aria di bonaccia giù a Santa Teresa dopo la tempesta delle concessioni che ha prodotto un netto cambio di rotta da parte del Comune di Salerno. Il sindaco De Luca, di fatto, ha invitato “cortesemente” l’Autorità portuale a stracciare i patti sanciti nell’intesa deliberata con Palazzo di Città lo scorso mese di novembre. Intesa che ha portato Nautica Sud e Cantieri Gatto al rinnovo anomalo fino al 2025 delle concessioni per posti barca, ben 10 anni oltre quanto stabilito da una normativa europea ed una legge dello stato italiano. Dal ponte di comando dell’Autorità Portuale non è arrivato però nessun segnale, silenzio assoluto. Silenzio da bonaccia.

FacebookTwitterLinkedInMySpaceGoogle GmailHotmailYahoo MailShare

Posted in No Crescent No Comments »

La rivolta di Santa Teresa: fermi tutti! Il Comune “scarica” l’Autorità portuale

11 febbraio 2011
tratta da Facebook

tratta da Facebook

Ormeggi d'oro a Santa Teresa

Ormeggi d'oro a Santa Teresa

DOPO TRE GIORNI DI SILENZIO, NOTA UFFICIALE DEL SINDACO DE LUCA SUL SITO DEL COMUNE (LEGGI)

Contrordine compagni! L’accordo deliberato dal Comune (leggi la delibera, leggi l’accordo) a novembre scorso con l’Autorità portuale, Cantieri Gatto e Nautica Sud non va più bene. L’amministrazione comunale fa marcia indietro e di fatto scarica tutta la responsabilità, in merito all’anomalo prolungamento fino al 2025 delle concessioni demaniali alle due imprese, sulle spalle dell’Autorità Portuale.

Si sfaldano i “Fantastici 4 del porto delle Libertà” e il fronte dei ribelli di Santa Teresa, le 9 imprese “figliastre” che a fine 2011 devono sloggiare con i loro pontili, incassano un risultato eccezionale in attesa dei ricorsi al Tar! “In tale contesto – ha scritto il sindaco De Luca sul sito web del comune riferendosi ai lavori di Piazza della Libertànon vi è dubbio che sono sicuramente da ritenersi auspicabili tutti gli interventi e le opere di competenza dell’Autorità Portuale che risultino funzionali ed armonici con il programma di trasformazione urbana avviato dal Comune di Salerno”. Politichese con la manovella, per usare due espressioni tipiche del sindaco, quel politichese tanto detestato proprio da Lui, nei suoi settimanali infospot televisi propagandistici del venerdì.

Più chiaro il secondo passaggio della nota ufficiale di De Luca che invita “cortesemente” l’Autorità Portuale “a differire ad una fase di definitivo assetto delle aree interessate eventuali procedure volte al rilascio di nuovi titoli concessori”. Ovviamente quel “differire” sta per rinviare, ma “rinviare” suonava troppo chiaro, poco politichese.

FacebookTwitterLinkedInMySpaceGoogle GmailHotmailYahoo MailShare

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Posted in No Crescent No Comments »