Archive for agosto, 2010

Le “balle” in Liberta’ del sindaco su Piazza della mostruosita’

31 agosto 2010

mezza piazza della libertà

HPIM4417Più che una conferenza stampa, quella di ieri messa su dal sindaco di Salerno è stata una conferenza “balla”, soprattutto per quanto riguarda piazza della Libertà, ovvero piazza della Mostruosità.  Tralasciando lo pseudo programma di opere per San Matteo, per lo più rifacimenti di marciapiedi e rotatorie, oltre che finte inaugurazioni di opere che il giorno dopo saranno nuovamente un cantiere (vedi Cittadella giudiziaria, Stazione Marittima e centro di Compostaggio), quello che meraviglia di più è come si insista a raccontare balle sull’opera magna, quella che dovrebbe cambiare la storia della città. Ed allora facciamo un po’ di chiarezza.

Balla numero 1, “i parcheggi sono interrati” (vedi Foto): bisogna essere orbi o addirittura ciechi per continuare a sostenere che i parcheggi di piazza della Mostruosità sono interrati. I salernitani possono vedere facilmente il mega solaio di cemento a copertura, alto circa 5 metri. Interrato non c’è nulla, se non la verità, eppure gran parte della stampa locale continua a riportare questa enorme balla. I parcheggi non sono interrati, sono rialzati. I ciucci non volano, anche se qualcuno si ostina a ripetere il contrario.

FacebookTwitterLinkedInMySpaceGoogle GmailHotmailYahoo MailShare

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Posted in No Crescent No Comments »

Graduatoria Fronte mare: ecco come Bofill sbaragliò le altre Archistar

30 agosto 2010

Graduatoria finale Fronte mare salerno Come nasce un incarico da oltre 2 milioni e mezzo di euro, destinato a cambiare i connotati di una città? Miglior progetto? No! Concorso d’idee? Per carità! Sorteggio pubblico? Non è previsto dalla legge.

Quello scelto nel 2007 per il fronte mare dal Comune di Salerno è quantomeno discutibile se non altro perché il criterio principale adottato fu il curriculum, giudicato da un’apposita commissione comunale composta da tre tecnici, l’ing. Criscuolo (presidente), l’ing Barletta (componente), l’ing Di Lorenzo (componente), nominati dal Sindaco con decreto n.58648 del 6 aprile 2007.  A loro toccò l’arduo compito di valutare i 15 architetti italiani ed internazionali che avevano presentato la documentazione. Due furono esclusi da subito.

Dopo 9 riunioni la commissione scelse “mastro” Bofill, primo con 92 punti. I “nostri” bocciarono sonoramente altri illustri candidati del calibro di Chipperfield, Bohigas, Ishimoto, come si evince dai punteggi della graduatoria finale che pubblichiamo in anteprima sul nostro infoblog www.noveladisalerno.it (leggi la graduatoria finale).

Lo scarto in termini di punti tra tutte queste archistar di valore internazionale è imbarazzante. Chipperfield, l’ideatore della cittadella Giudiziaria, tanto per citare qualcosa a noi ben nota, a  -62 punti dal primo. Bohigas, l’ideatore del Piano regolatore di Salerno,  a -37 punti. Il giapponese Ishimoto  a -68, roba da Siberia.

FacebookTwitterLinkedInMySpaceGoogle GmailHotmailYahoo MailShare

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Posted in La Vela di Salerno, No Crescent, Rassegna Stampa, Via Leucosia e il Fronte mare No Comments »

Un’ossessione Crescent: Bofill disegna anche cantine a forma di mezza luna

28 agosto 2010

cantine bofillMa allora è proprio un’ossessione sto Crescent per “mastro” Bofill.Non bastavano i due palazzoni, quello di Savona già ultimato (vedi foto), e quello fotocopia di Salerno, speriamo non lo realizzino mai, a forma di mezza luna. L’architetto catalano, tanto caro al $indaco di Salerno, ha prodotto in Francia un altro Crescent: questa volta si tratta di una cantina, quella di Chateaux Lafite nei pressi di Bordeaux. Dalle case per miliardari alle botti per vini pregiati, la vita è tutta un Crescent. Chiamate un esorcista,prima che sia troppo tardi.

FacebookTwitterLinkedInMySpaceGoogle GmailHotmailYahoo MailShare
FacebookTwitterLinkedInMySpaceGoogle GmailHotmailYahoo MailShare

Posted in No Crescent, Rassegna Stampa No Comments »

Operaio della Siderpotenza rivela:”Da noi roba radioattiva nel pozzo”

25 agosto 2010

sa-porto11-8-10_20100811_008a

BLITZ DEI CARABINIERI AL PORTO DI SALERNO SULLA NAVE “ANDRE-MICHEL 1″ RISULTATA “PULITA”

Le prove “schiaccianti” presentate qualche giorno fa dal giornalista Gianni Lannes alla Procura di Salerno, relative al carico di materiale ferroso “radioattivo” scaricato in tutta fretta dalla nave Frelon il 2 agosto scorso e destinato alla Siderpotenza Ferriere Nord S.p.A, devono aver convinto gli inquirenti che qualcosa non quadra.

In quest’ottica si spiega il blitz effettuato stamane dai Carabinieri di Salerno, su delega del Procuratore Capo Roberti,  al porto di Salerno. Nel mirino stavolta è finita la nave “Andre-Michel 1”, proveniente anche questa dalla Francia, che però  è risultata “pulita”.

In compenso il direttore del giornale on line ItaliaTerraNostra.it ha raccolto nuovi elementi sulla Siderpotenza. Lannes è stato contattato spontaneamente da un operaio che lavora in quello stabilimento che ha rivelato altri aspetti inquietanti: “Alla Siderpotenza – secondo quanto riportato sul sito di Lannes l’operaio non ha dubbi e non teme smentite – chi comanda ci ha imposto di buttare la roba radioattiva nel pozzo che sta vicino alla pesa. A noi ci hanno sempre detto che così non c’è pericolo. Andate a guardare là dentro”(leggi l’articolo di Lannes)

Il giornalista ha immediatamente informato il tenente colonnello Francesco Merone, comandante del nucleo operativo dei carabinieri di Salerno, nonché Romolo Panico, attuale questore di Potenza. Inoltre sempre su Italia Terra Nostra è consultabile un documento (guarda) sui dati di inquinamento della Siderpotenza realizzato dall’Ines (Inventario nazionale delle emissioni e loro sorgenti).

Insomma qui gatta ci cova.

FacebookTwitterLinkedInMySpaceGoogle GmailHotmailYahoo MailShare
FacebookTwitterLinkedInMySpaceGoogle GmailHotmailYahoo MailShare

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Posted in Via Leucosia e il Fronte mare 1 Comment »

Nuovo look per l’infoblog di contro informazione

24 agosto 2010

logo3Eccoci qui, con un nuovo look per riprendere, dopo una micro pausa (appena una settimana di ferie),  la contro informazione salernitana. E poiché da settembre la pomposa macchina della propaganda del $indaco De Luca si rimetterà in moto, era  indispensabile farsi trovare pronti. E noi lo siamo! Cambia la veste grafica del No Vela, ma non cambia l’impostazione del lavoro, ovvero la diffusione di informazioni taciute, “potate” o riportate in modi significativamente diversi dalla realtà. Oltre all’info blog, i lettori avranno a disposizione anche una pagina su Facebook ed una su Twitter.

FacebookTwitterLinkedInMySpaceGoogle GmailHotmailYahoo MailShare

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Posted in Rassegna Stampa 13 Comments »